广西快乐十分开奖结果


Città di Torino > limitazioni alla circolazione

Misure antismog a tutela della salute

Pubblicata l'Ordinanza n.42 AA con le misure per il miglioramento della qualit?dell'aria in vigore dal 1 ottobre 2019.

Limitazioni strutturali
Limitazioni strutturali
Tipo veicolo Orari Chi non circola Riferimenti ordinanza Esenzioni
Persone (M1), Merci (N1, N2, N3) tutto l'anno, tutti i giorni (festivi compresi) con orario 0:00-24:00 - Benzina, gpl e metano Euro 0

- Diesel Euro 0 e euro 1 (Diesel con omologazione Euro 2 a partire dal 1/10/2020)
1.1 pt. 3
Ciclomotori e Motocicli (L1, L2, L3, L4, L5, L6, L7) 01/10-31/03, tutti i giorni (festivi compresi) con orario 0:00-24:00 Benzina Euro 0 1.4 pt. 3
Persone (M1), Merci (N1, N2, N3) tutto l'anno dal luned?al venerd?/strong> con orario 8:00-19:00 Diesel Euro 2 1.2 pt. 4

Classe Ambientale (Categoria Euro)

Per verificare in modo rapido la classe ambientale (categoria Euro) del proprio veicolo ?possibile consultare il , il sito di servizi di e-government del Dipartimento Trasporti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.
Qui disponibile un documento di riferimento con le direttive anti-inquinamento (.pdf | 355KB).

Deroghe, percorsi esentati e mappa

Definizione delle categorie di autovetture e veicoli commerciali

  • categoria M1: veicoli destinati al trasporto di persone, aventi al massimo otto posti a sedere oltre al sedile del conducente
  • categoria N1: veicoli destinati al trasporto di merci, aventi massa massima non superiore a 3,5 t
  • categoria N2: veicoli destinati al trasporto di merci, aventi massa massima superiore a 3,5 t ma non superiore a 12 t
  • categoria N3: veicoli destinati al trasporto di merci, aventi massa massima superiore a 12 t
  • categoria L1: veicoli a due ruote la cilindrata del cui motore (se si tratta di motore termico) non supera i 50 cc e la cui velocit?massima di costruzione (qualunque sia il sistema di propulsione) non supera i 45 km/h
  • categoria L2: veicoli a tre ruote la cilindrata del cui motore (se si tratta di motore termico) non supera i 50 cc e la cui velocit?massima di costruzione (qualunque sia il sistema di propulsione) non supera i 45 km/h
  • categoria L3: veicoli a due ruote la cilindrata del cui motore (se si tratta di motore termico) supera i 50 cc o la cui velocit?massima di costruzione (qualunque sia il sistema di propulsione) supera i 45 km/h
  • categoria L4: veicoli a tre ruote asimmetriche rispetto all'asse longitudinale mediano, la cilindrata del cui motore (se si tratta di motore termico) supera i 50 cc o la cui velocit?massima di costruzione (qualunque sia il sistema di propulsione) supera i 45 km/h (motocicli con carrozzetta laterale)
  • categoria L5: veicoli a tre ruote simmetriche rispetto all'asse longitudinale mediano, la cilindrata del cui motore (se si tratta di motore termico) supera i 50 cc o la cui velocit?massima di costruzione (qualunque sia il sistema di propulsione) supera i 45 km/h
  • categoria L6: quadricicli leggeri, la cui massa a vuoto e' inferiore o pari a 350 kg, esclusa la massa delle batterie per i veicoli elettrici, la cui velocit?massima per costruzione e' inferiore o uguale a 45 km/h e la cui cilindrata del motore e' inferiore o pari a 50 cm?per i motori ad accensione comandata; o la cui potenza massima netta e' inferiore o uguale a 4 kW per gli altri motori, a combustione interna; o la cui potenza nominale continua massima e' inferiore o uguale a 4 kW per i motori elettrici. Tali veicoli sono conformi alle prescrizioni tecniche applicabili ai ciclomotori a tre ruote della categoria L2e, salvo altrimenti disposto da specifiche disposizioni comunitarie
  • categoria L7: i quadricicli, diversi da quelli di cui alla categoria L6e, la cui massa a vuoto e' inferiore o pari a 400 kg (550 kg per i veicoli destinati al trasporto di merci), esclusa la massa delle batterie per i veicoli elettrici, e la cui potenza massima netta del motore e' inferiore o uguale a 15 kW. Tali veicoli sono considerati come tricicli e sono conformi alle prescrizioni tecniche applicabili ai tricicli della categoria L5e salvo altrimenti disposto da specifiche disposizioni comunitarie

 

Sul sito di Arpa Piemonte ?disponibile il , sul sito di Citt?Metropolitana l' e la .

Perche' le limitazioni sui veicoli diesel ?

Le limitazioni del traffico emergenziali sono concentrate sui veicoli diesel, poich?tali veicoli sono i maggiori responsabili delle emissioni inquinanti, soprattutto di micropolveri e biossido di azoto, tanto pi?che l'IARC (Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro, che ?parte dell'Organizzazione Mondiale della Sanit? ha 广西快乐十分开奖结果 (.pdf), sostanze cancerogene certe per l'uomo, modificando la precedente classificazione che li inseriva nel gruppo 2B, ossia possibili cancerogeni. I provvedimenti riguardano anche i veicoli diesel Euro 5 perch?questa categoria di veicoli, pur avendo emissioni di micropolveri inferiori a quelle delle categorie precedenti, ?caratterizzata da elevate emissioni di NOx, che rappresentano i principali precursori della componente secondaria del particolato. Le misure emergenziali temporanee sono coerenti con le politiche sovracomunali - Piano della qualit?dell'aria della Regione Piemonte (in corso di approvazione) e Accordo di Bacino Padano - che prevedono di bloccarne la circolazione in modo permanente a partire dal 2025.

Il report sulla qualit?dell'aria 2016 dell'Agenzia Europea dell'Ambiente ha, peraltro, evidenziato discrepanze significative tra i valori di NOx rilevati in regime di monitoraggio in ambiente controllato e quelli osservati in condizioni reali di guida anche per i veicoli diesel pi?recenti.

Per ulteriori approfondimenti sull'inquinamento atmosferico consultare il .

Confronto degli standard di emissione di NOx per autoveicoli con differenti classi euro:


Ultimo aggiornamento: 1 aprile 2020

Stampa questa pagina

Condividi

Torna indietro


买球的app博艺堂bet网上买球的app皇冠足球网址bet体育平台